19 Maggio 2021

RSA “VARNI AGNETTI: MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE VISITE AGLI OSPITI

A seguito dell’ordinanza del Ministro della Salute dell’8 maggio 2021 le visite agli ospiti potranno svolgersi con le seguenti modalità.

I visitatori per accedere alla struttura devono essere in possesso di Certificazione Verde COVID-19 (o documentazione analoga) che attesti una delle seguenti condizioni:

  1. AVVENUTA VACCINAZIONE ANTI-SARS-COV-2, al termine del prescritto ciclo;
  2. AVVENUTA SOMMINISTRAZIONE DEL VACCINO ANTI SARS-COV-2 da almeno 15 giorni;
  3. AVVENUTA GUARIGIONE DA COVID-19, con contestuale cessazione dell’isolamento prescritto in seguito ad infezione da SARS-CoV-2, disposta in ottemperanza ai criteri stabiliti con le circolari del Ministero della Salute;
  4. EFFETTUAZIONE DI TEST ANTIGENICO RAPIDO O MOLECOLARE CON ESITO NEGATIVO al virus SARS-CoV-2 nelle ultime 48 ore.

Le visite agli ospiti sono possibili solo su appuntamento. È possibile chiamare i seguenti numeri 0383/940650, 0383/940985 preferibilmente dalle ore 11.30 in avanti.

I visitatori dovranno presentarsi 10 minuti prima dell’orario della visita presso gli Uffici Amministrativi della Fondazione per la firma del patto di condivisione del rischio, evitando assembramenti al di fuori della struttura.

Le visite, di norma, dureranno 30 minuti ciascuna.

All’ingresso i visitatori dovranno esibire la certificazione verde COVID-19 (o documentazione analoga), firmare il patto di condivisione, compilare il questionario di triage e sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea che dovrà essere inferiore a 37.5°C.

La visita si svolgerà all’aperto o, in caso di maltempo, nel salone al piano terra della struttura in presenza di personale della Fondazione.

Il familiare/visitatore dovrà sempre effettuare l’igiene delle mani all’ingresso e all’uscita dalla struttura ed indossare sempre e correttamente i dispositivi di protezione individuale in base al livello di rischio (almeno FFP2 o superiore).

Si ricorda inoltre il DIVIETO di somministrazione di cibi e bevande durante la visita.

È preferibile la visita di un solo parente/caregiver per ogni Ospite, in ogni caso non sono ammesse visite con più di due persone per Ospite e non potranno accedere bambini di età inferiore ai 6 anni.

In presenza di specifiche condizioni psico-fisiche (es. paziente allettato e difficilmente trasferibile, etc.) può essere autorizzata la visita all’interno del nucleo di degenza che potrà essere effettuata da parte di un solo familiare/visitatore. Il familiare/visitatore in possesso di Certificazione Verde COVID-19 (o documentazione analoga) si dovrà sottoporre a tampone antigenico all’ingresso della struttura e, durante il transito nel nucleo di degenza, dovrà rispettare il protocollo dalla Fondazione che prevede la presenza di un nostro operatore e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale coerenti con il livello di rischio (FFP2, guanti e camice monouso).

Infine si ricorda che per meglio garantire la sicurezza degli Ospiti, la Fondazione, in accordo con i Familiari/Caregivers, intende individuare un numero definito di Visitatori.

L’obiettivo è quello di condividere con tali Visitatori l’assunzione di responsabilità nelle condotte da assumere anche al di fuori della Struttura.

Le presenti condizioni possono essere modificate dal Responsabile Sanitario in relazione all’andamento della situazione sanitaria esterna e interna alla struttura al fine di prevenire possibili trasmissioni di infezione da SARS-CoV-2.

Eventuali variazioni alle modalità di svolgimento delle visite saranno comunicate tempestivamente.

Restano valide tutte le altre modalità comunicative (allegato 2) previste dalla Carta dei Servizi “Modalità Comunicative tra struttura e Famigliari, tra Ospiti e Famigliari”.

ATTENZIONE!

NEGLI SPAZI ALL’APERTO DELLE STRUTTURE SOCIO-SANITARIE e SOCIALI RIMANE L’OBBLIGO DI INDOSSARE I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE DELLE VIE RESPIRATORIE!

(Ordinanza del Ministro della Salute del 22 giugno 2021 “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 in «zona bianca»).

© 2021 AB&A